Annulla
Ricerca








anniversari ed aziende in evidenza  > lista completa ^
Marco Antoniazzi è "Maestro pasticcere Accademico"

Confindustria Mantova è lieta di congratularsi con il suo associato Marco Antoniazzi per il prezioso risultato conseguito lo scorso lunedì 10 marzo 2014, quando davanti al Consiglio Direttivo dell’Accademia Maestri Pasticceri Italiani, ha sostenuto l’esame di ammissione per ottenere il titolo di “Maestro Pasticcere Accademico”.
La prova d’esame, consistente in una prova pratica e in un colloquio volto a verificare le competenze tecniche e la conoscenza delle caratteristiche chimico-fisiche delle materie prime, è stata sostenuta davanti ad un consesso di 58 prestigiosi esponenti del mondo della migliore pasticceria italiana (tra cui Iginio Massari, Gino Fabbri, Ernst Knam, Gianluca Fusto).Il pasticcere mantovano è stato ritenuto idoneo all’ammissione presentando una piece artistica ispirata al tema dell’Africa come simbolo di integrazione ed evoluzione culturale della nostra società negli ultimi anni.La creazione, composta di sei torte montate su una scalinata realizzata in cioccolato nero, è sormontata dalla scultura di una coppia di persone in un cerchio aperto a simboleggiare la continua tensione al miglioramento per raggiungere la completezza della vita.Nel gusto, la torta Kenia (questo il nome della preparazione ideata appositamente per l’occasione da Marco Antoniazzi) racchiude la fusione di sapori tradizionali come il cioccolato bianco con sapori tropicali come vaniglia,  cocco, mango e zenzero integratisi solo di recente nella nostra cultura gastronomica.Anche l’aspetto cromatico è stato studiato per rafforzare il filo conduttore che ha ispirato la piece: il giallo del mango suggerisce freschezza, piacevolezza e novità in pieno contrasto con il colore scuro del cioccolato sfumato di rosso a richiamare il colore della terra africana.

Accademia Maestri Pasticceri Italiani ( AMPI ) nasce a Brescia nel 1993 per volontà di Iginio Massari e di un gruppo di dieci pasticceri convinti della necessità di creare un’associazione che fosse il punto di riferimento per rilanciare la “ pasticceria di Qualità “ in Italia.
Per conseguire e mantenere questo obiettivo gli Accademici hanno redatto e seguono uno statuto molto rigido: in produzione non è assolutamente ammesso l’ uso di surrogati (ad esempio margarina o surrogato di cioccolato ), mix (polveri premiscelate di origine chimica ) e conservanti non naturali (mono - digliceridi e simili ) .
Le attrezzature e gli ambienti sia di lavorazione che di vendita devono essere in perfetto ordine e nel rispetto assoluto delle norme di legge vigenti : i Maestri Pasticceri devono inoltre possedere elevate “ capacità professionali “ .
Per far parte di Accademia bisogna sostenere un esame molto selettivo .
Al momento della richiesta di ammissione un’ apposita commissione visita il laboratorio ed il negozio del candidato e verifica anche le materie prime utilizzate in produzione siano conformi a quelle che lo Statuto richiede . In una seconda fase, il candidato è chiamato a
sostenere un esame vero e proprio : in due ore deve essere in grado di preparare al cospetto dell’ Assemblea dei soci, riunita in sessione Plenaria, un dolce a sua scelta ed un pezzo artistico di presentazione che comprenda più tecniche di lavorazione e materie prime.






Internet partner: Sigla.com
[www.sigla.com]